FESTA NAZIONALE DEL CUOCO NEL LAZIO

  • Da andrea
  • 19 Gennaio 2023
  • 0
  • 861 Views

Grandissimi consensi a Formia per i concorsi gastronomici dedicati agli chef della Federazione italiana cuochi
Successi per la XXIV edizione del “Piatto Tipico Pontino” e la XIV competizione dedicata alla “Cucina Regionale Rivisitata in Chiave Moderna”.Ospiti d’eccezione il Vicepresidente del Senato Gianmarco Centinaio, L’Assessore regionale all’agricoltura Enrica Onorati e il Presidente dell’ARGA Lazio Roberto Ambrogi.

Successi per i due concorsi gastronomici lanciati dall’Associazione Provinciale Cuochi Latina e dall’Unione Regionale Cuochi Lazio, in occasione della Festa Nazionale del Cuoco che si è celebrata come tradizionalmente ogni anno presso l’Istituto alberghiero “Angelo Celletti” di Formia.
Ospiti d’eccezione della giornata promossa e organizzata dal Presidente dell’APCL Luigi Lombardi e dal Presidente dell’URCL Alessandro Circiello, sono stati il Vicepresidente del Senato Gianmarco Centinaio, l’Assessore regionale all’agricoltura Enrica Onorati e il Presidente dell’ARGA Lazio Roberto Ambrogi, che nei loro messaggi d’augurio hanno voluto sottolineare quanto la figura del cuoco sia fondamentale per la promozione del migliore made in Italy. Soddisfazione espressa anche dai presidenti delle delegazioni provinciali della Federazione Italiana Cuochi, Elia Grillotti ( Rieti), Antonio Cristini (Frosinone) e Donato Savino (Roma), concordi nel dire quanto questo genere di iniziative possano essere d’aiuto per confrontarsi tra colleghi e riprogrammare anche il modo di riapprocciarsi ad una clientela sempre più attenta alla qualità e alla provenienza delle materie prime impiegate nella composizione delle ricette.
Ad animare le gare sono stati venti in tutto i concorrenti tra chef professionisti e allievi degli istituti alberghieri che, sotto lo sguardo attento di una giuria tecnica composta dagli chef della Nazionale Italiana Cuochi, nel tempo massimo di un’ora, hanno potuto dar sfogo alle loro capacità
A dover essere giudicati: la composizione del piatto, la mise en place, l’ordine, la pulizia, il tempo impiegato, il materiale utilizzato, le tecniche di lavorazione, l’ottimizzazione degli scarti alimentari, il gusto e la creatività.
Protagonista una cucina innovativa senza per questo dimenticare le proprie radici, che vuole coinvolgere e creare piacere facendo ritrovare al cliente attraverso un sapore, la memoria del ricordo.

La kermesse presentata dalla giornalista Tiziana Briguglio, ha visto aggiudicarsi la medaglia d’oro in entrambe le competizioni, per la categoria allievi, dall’alunno dell’Istituto Alberghiero Angelo Celletti di Formia, Matteo Lombardi, con il piatto: “Filetto di baccalà coperto da polvere di lattuga di mare, moussline con spuma al vino, terrina di acqua di piselli e sedano rapa, cetriolo marinato, crema di caprino e insalatina di puntar elle romane, finocchio e ravanelli”.
Migliore Lady chef è stata invece Krizia Girolami, di Rieti, che con il “mantecato sabino” si è aggiudicata la possibilità, insieme a Matteo Lombardi, di rappresentare la regione Lazio ai Campionati della Cucina Italiana che si terranno a Rimini dal 19 al 22 febbraio prossimo.

Secondo posto nel concorso regionale per la studentessa romana Ilaria Casoli, brava nel saper interpretare il “Filetto di baccalà profumato al timo con cartelletta di ricotta, gelè di patate tornite e broccolo romanesco”.
A conquistare il podio, per i professionisti, lo chef Elia Perrelli, di Frosinone, con gli “Gnocchi di ricotta, fondente di zucchine e pecorino croccante” , seguito al secondo posto da Alessandro Fiorletta, di Frosinone, con lo “Spaghettone acqua e farina con cannellini, pezzogna,calamari, bottarga e gambero rosso”

Per il concorso provinciale “Piatto Tipico Pontino” – categoria Allievi – secondo classificato è stato Gennaro Ferrara con il “Baccalà a vapore con terrina di avocado, barchetta di pomodoro e robiola accompagnato da Sandwich di baccalà mantecato con spuma al prosecco”. A vincere, per i professionisti, Salvatore Franzino con le sue “Ali in verde”. Medaglia d’argento invece per la Lady chef pontina Maria Nasso con “Il bello, il buono e il candito”

A Matteo Lombardi anche il Premio della Critica assegnato da una speciale giuria composta da esperti del settore e giornalisti anche alla lady chef di Tarquinia Vittoria Tassoni, autrice del tortello di broccolo e melangola in guazzetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *